Beroldo 9, un luogo per discutere e dibattere

Eccoci qui con il primo messaggio di Beroldo9, il Blog del Liceo Carducci.

Perché fare un blog del nostro Liceo? In fondo abbiamo già una mailing list e iniziative più o meno strutturate e periodiche che si susseguono da anni.

A dire il vero, proprio le esperienze di questi anni suggeriscono di tentare questo nuovo esperimento. La mailing list è stata e continuerà ad essere lo strumento essenziale per la comunicazione immediata delle iniziative e delle notizie riguardanti i carducciani. Tuttavia si presta meno allo scopo quando si aprono discussioni più articolate, sia che si tratti di temi significativi di interesse generale su cui molti vogliono pronunciarsi, sia che si tratti di argomenti specifici che interessano pochi ma agguerriti e tenaci polemisti.

Abbiamo visto in questi anni svilupparsi i più disparati dibattiti, a volte con centinaia di contributi, su temi che spaziano dal ruolo dell’Associazione (un luogo identitario? una lobby?), al destino delle statue di Melotti (le consegniamo alle ruspe? le restauriamo per rimetterle al Liceo? giammai? perché ci è toccato Melotti e non Arturo Martini?), fino al giudizio di Carlo Emilio Gadda su “La grande Guerra” di Mario Monicelli (Monicelli bocciato da Gadda? Gadda bocciato come critico cinematografico?) o all’annosa, sensibile e a volte urticante questione della relazione triangolare e pericolosa tra insegnanti, allievi e i loro genitori (spartani? montessoriani? guarde pretoriane contro l’arbitrio docente?) e si potrebbe continuare scorrendo gli archivi.

Puntualmente, accanto ai contributi degli interessati, sono giunte le lamentele di chi invece si sentiva disturbato dalla cascata di mail, magari sul proprio indirizzo di lavoro, o semplicemente rivendicava il diritto al disinteresse o al disdegno dell’argomento, per se e magari per più o meno silenziose ma senz’altro scocciate maggioranze.

D’altra parte sarebbe stato interessante assistere a discussioni che invece non si sono aperte, e che si sono svolte altrove con altri strumenti.

Ad esempio a Milano si è votato la scorsa primavera, parecchi carducciani hanno partecipato alla mischia, da una parte e dall’altra e c’è stata un po’ di rivoluzione.

Non avevamo nulla da dire, o forse temevamo di aprire un vaso di Pandora nel posto sbagliato? Certamente non al momento sbagliato. Pisapia è poco?

Allora la Grecia, o l’Afghanistan, Obama…Pisapia è troppo?

Allora il programma delle prossime gite in montagna o i carducciani in cucina…

Dunque, questo è il blog. Qui possiamo liberamente scrivere quello che ci pare, a patto di rientrare in una minimale civiltà di espressioni. Rispolverare le antiche schermaglie e discussioni o aprirne di nuove, rivolgersi singolarmente all’amico e al nemico o avventurarsi nell’urbi et orbi. Ci si può fare quel che si vuole, e quindi facciamolo!

A. C.

Annunci

16 commenti

Archiviato in Manifesto

16 risposte a “Beroldo 9, un luogo per discutere e dibattere

  1. Giovanni Scirocco

    posto anche qui il commento di Fiorenzo Festi che avete letto sulla ml
    Cari amici.
    Nel rimandare al blog Valentino ci ha anticipato la sua idea e io vorrei anticipare la mia, per par condicio.
    Trovo commovente ed emozionante il fatto di ricordare i nostri amici con la mailing list. Sarà anche perché il web, spazio senza luogo, dà la malinconica illusione di poter essere percepiti da chi non c”è più.
    Quanto ai modi di utilizzo della mailing list è da quando è nata che si discute. Certo, se fosse trasformata in un anonimo report delle iniziative, ogni possibilità di critica verrebbe neutralizzata, ma a molti di noi mancherebbero quegli sprazzi di cuore e passione che ogni tanto la animano.
    Un saluto affettuoso a tutti i carducciani nell'”aria” e un abbraccio particolare a Monica.
    Fiorenzo

  2. Giovanni Scirocco

    Per quel che vale (e prendendomi la responsabilità di una mail in
    più…), d’accordo con Fiorenzo.
    Non saranno un centinaio di mail all’anno, tra le migliaia che riceviamo
    per enne motivi, a rovinarci la vita.
    Io, ogni volta che vedo una mail di un carducciano, anche solo di poche
    righe, faccio un salto indietro nella mia giovinezza; e la cosa mi piace
    (fare il salto indietro, non la vecchiaia che avanza…).
    Al limite, anzi, qualche sposalizio in più, non guasterebbe…
    graziano camanzi

  3. Giovanni Scirocco

    D’accordissimo con Fiorenzo, Giovanni & Co….

    Donata Sacchetti 3 G, 1969

  4. Giovanni Scirocco

    Condivido le proccupazioni e la doscrezione di Francesco, ma In questo modo le notizie arrivano in fretta a tutti.
    Io sarei dell’avviso di proseguire così
    Andrea Cuomo

  5. Fiorenzo Festi - fiorenzofesti@libero.it

    Cari amici,
    ho anticipato la mia opinione sulla mailing list e ora provo a dire compiutamente cosa penso.
    Sul tema sollevato dall’amico Valentino con un post intelligente e toccante si sovrappongono due argomenti, certamente connessi, ma separati: la commemorazione degli amici che non ci sono più e il ruolo della list.
    Sul primo non occorre soffermarsi perché siamo tutti d’accordo: l’esigenza di ricordare, insieme ad altri, i nostri cari è sentita da molti, e anche coloro che non dovessero sentirla, a causa di una visione intima del lutto, certamente la giustificano. Insomma, che sia sulla list. sul blog o sul sito, credo che nessuno sia contrario alla possibilità di postare i nostri ricordi.
    Il secondo è più difficile.
    In linea di principio sono d’accordo con Valentino. L’ideale sarebbe creare un luogo (virtuale) in cui chi è interessato può entrare e sapere chi è scomparso. E anche l’idea, avanzata da altri, di dare solo la notizia via e-mail, rimandando al blog per gli approfondimenti, mi pare ottima.. Passando però da ciò che sarebbe preferibile alla realtà, non si può negare che, in questa epoca vorticosa di continue sollecitazioni, soprattutto nel web, pochi degli associati attuali o potenziali sarebbero spinti a consultare periodicamente il blog o il link apposito e così rischieremmo di perdere uno dei pochi collanti che ancora ci tiene insieme.
    In definitiva, il mio personale pensiero è: cerchiamo di rinforzare il blog, magari lanciando temi di discussione e richiamando nella mailing list periodicamente gli argomenti trattati, come Giovanni Scirocco ha già fatto in questo frangente, ma teniamoci stretta questa mailing list così com’è.
    Trovo infatti straordinario questo canale di comunicazione, aperto fra centinaia di persone di diverse generazioni, che ogni tanto si infiamma per passione politica (fra l’altro mi sono beccato del cretino più di una volta, per aver scritto la mia idea …), per amore (mail del tipo: “per caso, qualcuno di voi ha notizie di quella ragazzina bionda con gli occhi castani e un sorriso siderale che stava in IV C? No, non pensate male, per favore. Non voglio contattarla per darle quel bacio che non sono mai riuscito a darle trenta anni fa, ma solo perché all’epoca mi aveva prestato un libro e vorrei ridarglielo …”) o per il ricordo struggente di qualcuno che non c’è più (unico accorgimento dovrebbe essere quello di specificare nell’oggetto che si tratta di una brutta notizia dando così la possibilità ai riceventi, che non se la sentono di leggerla, di cancellarla o di rimandarne la lettura).
    Certo, c’è il rischio che ogni tanto le discussioni ci prendano la mano: ognuno di noi la pensa a modo suo, è orgoglioso delle proprie convinzioni, e non è felice di essere contrariato. Però, a questo pensa, per fortuna, la splendida opera di Giovanni Scirocco, Il quale, se non facesse già lo storico, da “grande” dovrebbe fare il moderatore.
    Un abbraccio a tutti.
    Fiorenzo

  6. Giovanni Scirocco

    Troppo buono Fiorenzo…. Forse perché sono d’accordo con te: a me questa nostra piccola Spoon River dà un senso di appartenenza, di comunanza che raramente trovo altrove. Un caro saluto a tutti Giovanni PS Le tue affettuose parole le estendo a tutti coloro che, in questi anni, hanno fatto parte del direttivo e a chi ci è stato vicino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...